Aprire una società, un’azienda, un’attività in Bulgaria

Teatro nazionale Sofia per aprire una società in BulgariaUna parte centrale del processo di internazionalizzazione di un’impresa consiste nella scelta del Paese obiettivo, e aprire una società in Bulgaria potrebbe essere un’opzione da considerare.

Situata nella metà orientale della penisola balcanica e con affaccio sul Mar Nero, la Bulgaria ha una posizione privilegiata per i trasporti e il commercio.

Lo Stato bulgaro è entrato a far parte dell’Unione Europea dal 1° gennaio 2007 ed è beneficiario dei Fondi Strutturali, con priorità di intervento nei seguenti ambiti per il periodo di programmazione 2014-2020:

  1. sviluppo dell’infrastruttura di base;
  2. supporto all’imprenditoria;
  3. efficienza del capitale umano.

Aprire un’azienda in Bulgaria è un percorso agevolato dalla politica economica del Paese tendente a favorire gli investimenti, con equiparazione tra investitori stranieri e bulgari. Particolari benefici fiscali sono riconosciuti a chi investe in aree depresse garantendo assunzioni di personale.

Le principali esportazioni dell’Italia verso la Bulgaria riguardano i prodotti della meccanica strumentale, il tessile, le apparecchiature elettriche, la chimica, gli articoli in pelle e l’agroalimentare. Le importazioni invece sono di materie prime, prodotti metallurgici, abbigliamento e calzature.

Numerosi sono inoltre gli accordi di lavorazione conto terzi, con materiale fornito da committenti italiani a partner bulgari, non solo per il basso costo del lavoro, ma anche per la consolidata capacità produttiva delle imprese del luogo.

Tipi di società in Bulgaria

Aprire una società in Bulgaria implica dover scegliere tra le varie tipologie societarie, quella che meglio si adatta alle esigenze del business.

In linea di massima le forme giuridiche bulgare rispecchiano quelle previste in Italia, con la distinzione tra società di capitali e società di persone.

Per le società commerciali in Bulgaria non vi è differenza nella quota di partecipazione straniera, quindi è possibile la costituzione al 100% da parte di persone fisiche o giuridiche estere.

Le principali società di capitali bulgare sono:

  • società a responsabilità limitata (OOD): costituita da una o più persone fisiche e/o giuridiche, anche straniere. Per le obbligazioni sociali risponde la società con il proprio capitale, quindi ai soci viene riconosciuta la responsabilità limitata alla quota detenuta. Il capitale sociale minimo è di 2 BGN (1 Euro);
  • società per azioni (AD): costituita da almeno due persone fisiche e/o giuridiche, anche straniere. Solo in casi espressamente previsti dalla legge è ammessa la presenza di un unico socio. Il capitale sociale è suddiviso in azioni e ogni socio risponde limitatamente all’ammontare delle azioni possedute. Il capitale minimo è di 50.000 BGN (25.000 Euro), di cui almeno il 25% deve essere versato all’atto della registrazione.

Per quanto riguarda le società di persone, in Bulgaria si hanno:

  • società in nome collettivo (SD): costituita da almeno due persone fisiche, anche straniere. I soci assumono responsabilità illimitata e rispondono anche con il capitale personale per le obbligazioni sociali;
  • società in accomandita (KD): costituita da almeno due persone fisiche, anche straniere, di cui una assume la veste di socio accomandatario, illimitatamente responsabile, ed una quella di socio accomandante, al quale è riconosciuta la responsabilità limitata.

E’ possibile inoltre operare come imprenditore individuale (ET), quale persona fisica residente in Bulgaria che si assume tutte le responsabilità derivanti dall’attività.

Tassazione delle società in Bulgaria

L’imposta sulle persone giuridiche prevede un’aliquota unica (flat tax) da applicare al reddito imponibile, calcolato apportando le correzioni imposte dalle normative fiscali ai dati di bilancio, pari al 10%.

Per quanto riguarda l’imposta sul valore aggiunto, l’aliquota standard è del 20%, che si riduce al 9% per alcuni casi specifici.

Perchè aprire un’attività in Bulgaria

Aprire un’azienda in Bulgaria presenta diversi aspetti positivi, elementi da considerare con attenzione qualora si decida di iniziare un processo di internazionalizzazione verso Est.

Di seguito alcuni dei possibili vantaggi:

  • regime fiscale delle persone giuridiche particolarmente favorevole;
  • costo del lavoro fra i più competitivi d’Europa;
  • posizione strategica nel cuore dei Balcani;
  • tassazione del reddito delle persone fisiche con aliquota unica del 10% (flat tax);
  • agevolazioni fiscali per le società che investono in zone depresse del Paese;
  • sistema infrastrutturale ben sviluppato;
  • equiparazione tra investitori stranieri e bulgari;
  • manodopera qualificata e flessibile;
  • costo della vita decisamente contenuto.

Scegliere di aprire una società in Bulgaria non deve essere legato solamente agli immediati benefici fiscali che si possono conseguire, bensì deve essere una decisione che deriva dall’aver ponderato tutti i fattori interni ed esterni all’impresa, che possono essere diversi per ogni singola attività.

Potrebbero interessarti anche...