Invoice financing o invoice trading e il factoring

Uomini d'affari per invoice financingTra gli strumenti di finanza alternativa che di recente si stanno diffondendo anche in Italia, merita particolare attenzione l’invoice financing (o invoice trading) ovvero la cessione da parte delle imprese delle proprie fatture a investitori che ne anticipano il pagamento, il tutto attraverso apposite piattaforme online.

Complice il prolungato periodo di difficoltà economica che continua a colpire le aziende e la difficoltà per alcune di queste di rivolgersi al tradizionale sistema bancario, l’invoice trading sta diventando una valida risorsa per le imprese che necessitano di credito immediato per la propria attività.

Il fenomeno nasce nel mercato inglese e americano, per poi diffondersi in diversi Paesi europei tra cui la Spagna e recentemente anche in Italia con l’avvio delle prime piattaforme digitali dedicate.

L’invoice financing si rivolge principalmente alle piccole e medie imprese e alle start-up che, per varie ragioni, non riescono ad ottenere credito attraverso finanziamenti, fidi bancari, operazioni di factoring, ecc.

Cos’è l’invoice trading

Tale meccanismo finanziario consiste nella compravendita di fatture tramite il web e permette alle imprese di monetizzare i crediti pendenti cedendo gli stessi ad investitori interessati ad acquistarli.

In tal modo le aziende ricevono anticipatamente il pagamento delle fatture, potendo così ottenere liquidità per finanziarie il proprio capitale circolante.

Come funziona l’invoice financing

Mediante apposite piattaforme online che hanno la funzione di mettere in contatto le imprese in cerca di credito e gli investitori disposti a concederlo, le aziende possono proporre la cessione di alcune delle proprie fatture a diversi investitori.

Attraverso un sistema di asta online si concretizza l’acquisizione delle fatture da parte di un investitore, che ne paga il valore nominale scontato di una determinata percentuale.

Differenza tra invoice trading e factoring

L’invoice financing e il factoring sono degli strumenti finanziari molto simili che presentano però delle differenze sostanziali, tra cui:

  • mentre il primo consente alle imprese di mettere all’asta alcune delle proprie fatture, nel secondo generalmente l’azienda cede interi pacchetti di crediti commerciali;
  • mentre il primo si avvale dell’intermediazione di piattaforme online, il secondo segue i canali tradizionali della finanza;
  • mentre nel primo non sono previsti servizi di gestione amministrativa del credito, il secondo offre tale possibilità;
  • mentre il primo si rivolge tendenzialmente alla piccola e media impresa, il secondo si rivolge solitamente ad aziende medio-grandi;
  • mentre nel primo più soggetti sono in competizione per l’acquisizione delle fatture, nel secondo il compratore è unico;
  • mentre il primo prevede come costi quelli di intermediazione della piattaforma e lo sconto applicato dall’investitore, nel secondo vi sono le commissioni per la gestione amministrativa e gli interessi per il finanziamento.

Vantaggi dell’invoice trading

Diversi sono i vantaggi per le aziende nell’utilizzare l’invoice financing, come per esempio:

  • possibilità di cessione dei crediti anche per le imprese che incontrano difficoltà con il sistema bancario;
  • flessibilità e facilità di utilizzo offerta dalle piattaforme digitali;
  • presenza di numerosi investitori interessati ad acquistare le fatture;
  • costi ridotti per usufruire del sistema finanziario;
  • possibilità di cedere singole fatture;
  • servizio offerto anche a piccole imprese e start-up.

Potrebbero interessarti anche...