Le abitudini d’acquisto e il futuro del retail

Smartphone e carta di credito per ricerca retailQuarta edizione del “Connected Commerce”, una ricerca sulle abitudini d’acquisto degli utenti e sul futuro del retail, condotta in 17 Paesi tra cui l’Italia da DigitasLBi.

Persone sempre più connesse, che cercano in rete promozioni e opinioni, che acquistano online ciò che hanno visto in negozio, o viceversa, offline quello che hanno trovato in internet. Una realtà dove la distinzione tra mondo reale e digitale è sempre meno evidente, nella quale il settore retail deve dare spazio all’interno dei negozi ai servizi della rete, garantendo la fruibilità del proprio e-commerce per un’esperienza d’acquisto fluida e personalizzata.

Di seguito alcuni degli aspetti principali emersi dalla ricerca:

  1. Dispositivi mobile sempre più utilizzati, 4 italiani su 10 affermano di utilizzare smartphone (44%) e tablet (42%) per cercare informazioni su prodotti e servizi che vorrebbero acquistare.
  2. Mobile payment, solo il 10% degli italiani dichiara di aver utilizzato il cellulare per effettuare pagamenti in negozio, ma il 69% di coloro che non hanno ancora usato il servizio, sarebbero interessati a farlo in futuro.
  3. E-commerce apprezzato dal 69% degli italiani, che affermano di aver effettuato acquisti online nell’ultimo mese, preferibilmente da laptop (46%) e desktop (36%). Sotto la media invece l’acquisto da dispositivi mobile. Il 53% di chi acquista in rete dichiara di comperare di più se la proposta è personalizzata. Per il 41% del campione, la consegna gratuita è uno degli aspetti più importanti dell’acquisto online.
  4. Ricerca online preventiva rispetto all’acquisto in negozio per l’86% degli italiani, che cercano informazioni utili su prodotti e servizi prima di comperarli.
  5. Utilizzo dello smartphone nel punto vendita da parte del 78% degli italiani, per verificare la possibilità di acquistare il prodotto in altri negozi o in rete a un prezzo più basso.
  6. Opinioni di amici e familiari rivestono un ruolo fondamentale nella decisione d’acquisto, tanto che 6 intervistati su 10 affermano di collegarsi alla rete wi-fi del negozio per confrontare i prezzi dei prodotti (51%) per chiedere il parere delle persone a cui tengono (53%) o per inviare loro una foto del prodotto (49).
  7. Personale di vendita dotato di tablet apprezzato dai consumatori perchè permette di trovare facilmente nuove idee e ispirazioni (73,5%), potendo risparmiare tempo nelle conversazioni (65,5%).
  8. Social network sempre più centrali anche negli acquisti, infatti il 42% degli italiani, la maggior parte dei quali compresi in una fascia d’età dai 18 ai 34 anni, condivide lo shopping sui social.

Potrebbero interessarti anche...