Sabatini ter, circolare Mise con procedura e termini

Macchinario per Sabatini terSabatini ter, ai nastri di partenza la Nuova Legge Sabatini con definizione di termini e modalità di presentazione delle domande da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

Con apposita circolare il MiSE ha definito la procedura per l’accesso ai contributi per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte di piccole e medie imprese.

Procedimento

L’intervento agevolativo previsto con la Sabatini ter, si sviluppa nelle fasi di seguito descritte.

  1. L’impresa presenta alla banca o intermediario finanziario la domanda di agevolazione e la correlata richiesta di finanziamento per l’acquisto o l’acquisizione (in caso di leasing finanziario) di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali.
  2. La banca o intermediario finanziario verifica la regolarità formale e la completezza della documentazione trasmessa dall’impresa, nonché la sussistenza dei requisiti di natura soggettiva relativi alla dimensione di impresa e, sulla base delle domande di finanziamento pervenute, trasmette al Ministero richiesta di prenotazione del contributo.
  3. La banca o intermediario finanziario, previa conferma da parte del Ministero della disponibilità, totale o parziale, delle risorse, ha facoltà di concedere il finanziamento all’impresa mediante la provvista resa disponibile da Cassa Depositi e Prestiti, ovvero mediante diversa provvista.
  4. La banca o intermediario finanziario che decida di concedere il finanziamento all’impresa, adotta la relativa delibera e la trasmette al Ministero, unitamente alla documentazione inviata dall’impresa stessa in fase di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni.
  5. Il Ministero adotta il provvedimento di concessione del contributo, con l’indicazione dell’ammontare degli investimenti ammissibili, delle agevolazioni concedibili e del relativo piano di erogazione, nonché degli obblighi e degli impegni a carico dell’impresa beneficiaria e lo trasmette alla PMI e alla relativa banca o intermediario finanziario.
  6. La banca o intermediario finanziario si impegna a stipulare il contratto di finanziamento con l’impresa e ad erogare alla stessa il finanziamento in un’unica soluzione ovvero, in caso di leasing finanziario, al fornitore entro 30 giorni dalla data di consegna del bene. La stipula del contratto di finanziamento può avvenire anche prima della ricezione del decreto di concessione del contributo.
  7. L’impresa ad investimento ultimato, compila in formato digitale ed esclusivamente attraverso l’accesso alla piattaforma, la dichiarazione attestante l’avvenuta ultimazione, nonché previo pagamento del saldo dei beni oggetto dell’investimento, la richiesta di erogazione della prima quota di contributo e le trasmette al Ministero, insieme all’ulteriore documentazione richiesta.
  8. L’impresa trasmette al Ministero, in formato digitale ed esclusivamente attraverso l’accesso alla piattaforma, le richieste di quote di contributo successive alla prima, allegando alle stesse l’ulteriore documentazione richiesta.

Domande

La domanda di accesso alle agevolazioni previste con la Sabatini ter può essere presentata, da parte dell’impresa, a partire dal 2 maggio 2016.

Potrebbero interessarti anche...