Super ammortamento 140%, cos’è, come funziona, beni esclusi

Vecchio macchinario per super ammortamentoIl super ammortamento al 140% è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2016, al fine di agevolare ed incentivare gli investimenti in beni strumentali nuovi da parte dei soggetti titolari di reddito d’impresa e degli esercenti arti e professioni.

Cos’è il super ammortamento

La Legge prevede che venga maggiorato del 40%, ai soli fini della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria, il costo di acquisizione dei beni strumentali nuovi, acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016, dai soggetti titolari di reddito d’impresa e dagli esercenti arti e professioni.

Come funziona

Il super ammortamento rappresenta un beneficio, che si concretizza nella maggiorazione del 40% del costo fiscale di acquisto dei beni, ai fini della deducibilità degli ammortamenti  e dei canoni di leasing.

Quindi le imprese e i professionisti potranno ammortizzare fiscalmente il bene strumentale al 140% invece che al 100%, ripartendo il costo in quote costanti secondo il coefficiente d’ammortamento della categoria.

Così ad esempio, per un bene del valore di 10.000,00 euro, ne potranno essere dedotti 14.000,00, riducendo in tal modo il peso fiscale. Ipotizzando una quota di ammortamento del 10% per 10 anni, la deduzione annua sarà pari a 1.400,00 euro anziché a 1.000,00 euro.

Beni inclusi ed esclusi

Sono oggetto del super ammortamento tutti i beni materiali strumentali nuovi, eccetto quelli che hanno un coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%.

Sono peraltro esclusi i beni immateriali, i beni usati, i fabbricati e le costruzioni, i beni che non presentano il requisito della strumentalità, nonché i beni di cui all’allegato 3 annesso alla Legge di Stabilità 2016.

Potrebbero interessarti anche...